NUOVI MODELLI ORGANIZZATIVI PER I PROCESSI DI RICOGNIZIONE E RICONCILIAZIONE DELLA TERAPIA FARMACOLOGICA DI PAZIENTI POLITERAPICI

Quando:
Data - 08/11/2018
9:00 am - 6:00 pm

Luogo:
Aula 8 - Dipartimento di Scienza e Tecnologia del Farmaco - Università di Torino

Categoria/e: Nessuna categoria

Responsabile Scientifico:
Prof. Clara Cena e Prof. Roberta Fruttero



Visualizza mappa ingrandita

NUOVI MODELLI ORGANIZZATIVI PER I PROCESSI DI RICOGNIZIONE E RICONCILIAZIONE DELLA TERAPIA FARMACOLOGICA DI PAZIENTI POLITERAPICI

 Razionale scientifico

Il progressivo e costante processo di invecchiamento della popolazione al quale si assiste ormai da qualche decennio, sta modificando in modo sostanziale il contesto socio-demografico dei paesi ad economia avanzata. Tale fenomeno è il risultato di molteplici fattori, tra i quali l’aumento della sopravvivenza e la riduzione della natalità. L’Italia in particolare risulta tra i paesi con il più alto tasso di invecchiamento della popolazione, collocandosi al terzo posto dopo la Germania e il Giappone. Secondo l’ultimo rapporto ISTAT, al primo gennaio 2017, gli individui over-65 superano i 13,5 milioni, rappresentando il 22,3% della popolazione totale e le proiezioni degli indicatori a medio termine non sono rassicuranti: nel 2045-2050 in Italia si assisterà ad un vero e proprio picco di invecchiamento, con una quota di ultra sessantacinquenni vicina al 34%. Diventa dunque prioritario per i Servizi Sanitari interrogarsi sull’impatto economico del quadro demografico prospettato e di conseguenza modificare gli approcci alla terapia non solo spostando il baricentro dall’assistenza in acuto all’assistenza per pazienti cronici, ma anche potenziando tutte una serie di azioni che garantiscano la “continuità ospedale-territorio”. E’ noto che l’appropriatezza prescrittiva dei farmaci rappresenta uno degli elementi chiave per l’efficacia del processo assistenziale ed è strettamente correlato a fattori quali reazioni avverse (ADRs), ospedalizzazione e mortalità, aspetti che impattano fortemente sulle performance e sulla spesa del SSN. Il 55% dei soggetti con età compresa tra i 75 e gli 84 anni è trattato con 5-9 farmaci concomitanti ed il 14% con 10 o più farmaci (politerapia); significativo è il suo impatto sulle performance del SSN se si considera che il 5-10% dei ricoveri ospedalieri tra gli anziani sono legati proprio ad ADRs e che i suoi effetti rappresentano la quarta principale causa di mortalità. La rivalutazione periodica dei trattamenti in corso e della semplificazione terapeutica, sono attività ben codificate e dettagliate nella Raccomandazione n° 17del Ministero della Salute che le ricomprende sotto “l’ombrello” dei processi di “Ricognizione e Riconciliazione della terapia farmacologica (RRF): tali attività rappresentano processi formali che permettono, in modo chiaro e completo, di rilevare e conoscere la terapia farmacologica seguita assieme ad altre informazioni relative al paziente e consentono al medico prescrittore di valutare con attenzione se proseguirla, variarla o interromperla in toto o in parte.        

Obiettivo del Corso

L’incontro sarà focalizzato sui temi della Ricognizione e Riconciliazione della terapia Farmacologica (RRF). In particolare si intende mettere in luce come la modifica dei modelli organizzativi e dei comportamenti professionali finalizzati alla costruzione di processi di integrazione tra tutte le figure professionali di area sanitaria, sia un obbiettivo da perseguire e da potenziare. L’impiego di strumenti e algoritmi informatici di predizione già presenti sul mercato da tempo (e.g. Structured HIstory taking of Medication use [SHIM], deprescribing, Criteri di Beers, metodo “Start and Stopp”, ecc….), nonché di sistemi informatico-informativo appositamente ideati per la gestione di processi di RRF in realtà socio-sanitarie complesse, rappresenta un irrinunciabile mezzo per perseguire tale obbiettivo.  Verranno a tal proposito illustrate alcune iniziative già in atto, sia a livello del sistema sanitario territoriale sia a livello ospedaliero, gestite da team multidisciplinari che si avvalgono di modelli organizzativi informatizzati. 

Responsabili scientifici

Prof. Clara Cena – Vice-Direttore alla Didattica – Dipartimento Scienza e Tecnologia del Farmaco – Università di Torino

Prof. Roberta Fruttero – Direttore della Scuola di Specializzazione in Farmacia Ospedaliera -Dipartimento Scienza e Tecnologia del Farmaco – Università di Torino

——————————————————————————————————————–

Il corso è accreditato per la professione di Medico Chirurgo (tutte le discipline), Farmacista (tutte le discipline), Infermiere, Infermiere Pediatrico e Assistente Sanitario.

Sono disponibili 50 posti.

La partecipazione all’evento è subordinata al pagamento di una quota di iscrizione di €50,00 esente IVA  (art. 10 DPR 633/72) per le professioni Medico Chirurgo e Farmacista, e di €20,00 esente IVA  (art. 10 DPR 633/72) per Infermiere, Infermiere Pediatrico e Assistente Sanitario.

Il pagamento dovrà essere effettuato sul seguente conto corrente, intestato alla “Scuola di Medicina di Torino”: IT63L0306909217100000460217, indicando nella causale “Iscrizione corso ECM: 236431 Nuovi Modelli Organizzativi”.

Una copia del bonifico dovrà essere inviata via fax al numero 0112361061 o via mail a eventiecm.dam@unito.it, entro e non oltre 10 giorni dall’iscrizione sul portale; l’iscrizione verrà confermata solo a ricezione del bonifico.

Si ricorda che ai fini dell’acquisizione dei crediti formativi ECM  e relativo invio dell’attestato è obbligatorio:

  • aver preso parte all’intero evento formativo (90% del monte ore totale)
  • aver compilato la documentazione che verrà fornita in ogni sua parte
  • aver superato la prova di apprendimento mediante questionario di valutazione ECM (score necessario del 75%)

Codice Evento: 173-236431 – Crediti ECM: 8,6

PIEGHEVOLE EVENTO


P R E N O T A Z I O N E

Le iscrizioni per questo evento sono chiuse.